ITALIA – Sardegna bis

Abbiamo fatto un bel giro, due anni fa, ma in due settimane non potevamo vedere tutta l’isola, per cui siamo tornati per teminarne almeno il periplo. Ammetto che la locuzione “vedere tutta l’isola” è quantomeno pretenziosa: è così bella e grande, la Sardegna, che bisognerebbe fare i turisti per ben di più di quattro settimane complessive, quante ne abbiamo dedicate noi.

Digital StillCamera
La moto del viaggio

Più che un  mezzo di locomozione, è la nostra compagna di avventure

Comunque sia, ci siamo imbarcati il 26 Maggio 2008 e siamo sbarcati, stavolta, a Porto Torres, vivendo anche l’emozione del mare agitato, poco prima di arrivare. Una prima puntata verso Est per vedere Gallura e Costa Smeralda.

Digital StillCamera
Castelsardo

Santa Teresa di Gallura

Digital StillCamera
Roccia dell’orso

E arriviamo in Costa Smeralda. Si vede il tipo di frequentazione di questi posti dal porto turistico e dalle strade ‘privatizzate’. Porto Cervo è un bel posto, indubbiamente, ma in Sardegna, a mio modesto parere, c’è di meglio, quantomeno dal punto di vista paesaggistico.

Digital StillCamera

Sempre da queste parti mi commuove di più questa vista

Digital StillCamera

Da qui ripartiamo per trasferirci a Santa Caterina di Pittinuri, poco sopra Oristano, viaggiando in diagonale, più o meno, per continuare da dove avevamo lasciato due anni fa. Ci fermiamo soltanto per vedere Tempio Pausania, che però non ci entusiasma.

Digital StillCamera
Santa Caterina di Pittinuri

Da qui risaliamo fino a Bosa, dove prendiamo alloggio. E qui scopriamo un strada molto bella. Ricordo al lettore, a costo di sembrare ossessivo, che siamo mototuristi, per cui uniamo al piacere del turismo in sè, anche quello di percorrere belle strade. E questa… accidenti se lo è! Quarantacinque chilometri fra curve e tratti veloci, fra monti e mare cristallino, calette e rocce a picco. Anche a detta dei nostri amici mototuristi, vale da sola il viaggio in Sardegna.

Digital StillCamera
Uno scorcio della Bosa-Alghero

L’unica vera spiaggia, cioè grande e comoda da raggiungere, è questa, quasi ad Alghero.

Digital StillCamera
….

Alghero è piuttosto bella, ma più a Nord ci attende una visita spettacolare: La Rocca di Capocaccia; la sua specialità è la roccia a picco sul mare.

Digital StillCamera
La rocca di Capocaccia (1)

.

Digital StillCamera
La Rocca di Capocaccia (2)

.

Digital StillCamera
La Rocca di Capocaccia (3)

Questo camminamento, così impervio e spettacolare (ed anche un po’ faticoso per noi) porta al livello del mare, dove c’è la grotta di Nettuno. Il mare non è calmissimo, ma non troppo mosso da impedirci la visita: c’è un passaggio che sarà alto una spanna o due sul livello del mare, per cui, per percorrere quei due-tre metri critici, si deve calcolare il momento giusto fra un’onda e l’altra. Ci sono ovviamente anche due addetti che ti fermano e ti incitano al momento giusto.

Ripercorriamo l’arco di costa che porta alla rocca e ci spingiamo ancora più a Nord.

Digital StillCamera
Baia di Proto Ferro

 

Digital StillCamera
Punta de lu Nibaru

Questa caletta è meta soprattutto di sardi, che a quanto pare la preferiscono alla vicina Stintino.

Digital StillCamera
Immediato entroterra Nord-Ovest Sardegna

Siamo nell’estremo Nord ovest della Sardegna. Una breve puntata nell’interno ci porta a paesaggi come questo, simile alle Murge.

Ma torniamo alla costa.

Digital StillCamera
Le Saline

Nella penisola di Stintino c’è la spiaggia detta “delle Saline”….

Digital StillCamera
La Pelosa

… e la celeberrima Pelosa di Stintino. Siamo quasi a Capo Falcone.

Di nuovo puntiamo verso l’interno per visitare Sassari, che merita senz’altro una visita.

Digital StillCamera
Il Duomo di Sassari

E giunge il giorno del rientro. Inevitabilmente sigh!

Abbiamo ancora un paio d’ore prima del traghetto e giriamo un po’ anche per Porto Torres. Beh, non c’è male.

Digital StillCamera
Spiaggia a Porto Torres

Fine del viaggio. Soddisfatti? Molto. A tratti anche entusiasti.

sardegnaimg

Questo l’itinerario di massima, sono segnati i posti dove abbiamo preso alloggio:

Porto Torres – Santulussurgiu – Bosa – Stintino – Porto Torres

Se interessa, la prima parte del periplo di questa splendida isola è raccontato qui

Annunci

Un pensiero su “ITALIA – Sardegna bis

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...