Se li conosci, li eviti

Nella pagina precedente ho suggerito alcuni accorgimenti che aiutano il motociclista nella guida sicura. Tra questi, il principale è quello di saper osservare il comportamento degli automobilisti. Questa pagina non vuole essere categorica, del tipo “abbasso gli automobilisti”, nè generalizzare, nè scatenare diatribe fra utenti della strada. Vuole soltanto rimarcare alcuni comportamenti che a mio avviso andrebbero corretti. La cosa più importante che mi preme di sottolineare è che i comportamenti che descrivo avvengono da parte soltanto di alcuni automobilisti; mentre gli altri sono invece corretti e attenti.

Qulcuno potrebbe riconoscersi in uno o più di questi comportamenti e replicare “ma io so quello che faccio”: ricordo a chi pensa così che in Italia oltre 4.000 (leggasi Quattromila) persone ogni anno lasciano la vita sulle strade, quasi sempre per colpa di qualcuno che crede di sapere quello che fa.

 

Tallonamento isterico

No, dico, tenere una distanza superiore a due metri dal veicolo che precede, è così difficile? Non dovrebbe essere ovvio considerare che a tamponare una automobile magari te la cavi con un fanalino rotto, mentre tamponare una moto potresti uccidere anche due persone? Bah…

Al semaforo

Mettiamo che ci siano numerose auto in coda, ferme in attesa del segnale verde di un semaforo. Arriva finalmente il verde e alcune auto passano. Mettiamo che un tempo semaforico di trenta secondi permetta il transito a dodici automobili. Ma come passano queste dodici auto?

Quando arriva il verde, il primo automobilista, di solito, deve ancora mettere la prima, sempre che se ne sia accorto in tempo e non stia giocando col telefonino. Lui è il primo della fila, quindi non ha motivo di avere fretta, col primo verde passerà. E chi sta dietro? Chi sta dietro cosa? Glie ne deve importare?

Finalmente passa il primo automobilista, e sono già trascorsi tra i cinque e gli otto secondi; di questo passo, in una fase semaforica, ne passerebbero da 4 a 6.

C’è sempre un tempo che trascorre tra il muoversi da fermo di una automobile e il muoversi dell’automobile che segue. Man mano che i secondi passano, nel corso della fase semaforica, questo tempo, chissà perchè, si abbassa.

Infatti, dopo la prima, le auto prendono a scorrere ad un ritmo normale, tant’è che ne passano altre sei fino all’arrivo del giallo. Ma è a questo punto che si forma un trenino: il tempo di partenza tra un veicolo e l’altro si è praticamente azzerato e la distanza fra gli stessi si è ridotta ad un metro o anche meno. E’ nel tempo del giallo, circa cinque secondi, che riescono a passare ben quattro veicoli mentre l’ultimo, il dodicesimo, passa ormai col rosso. Se non ci fosse il giallo a sveltire i transiti, gli incroci semaforici sarebbero un morte lenta. Bisognerebbe raddoppiarne la durata!

Il rasentino alla moto

Due o più corsie nello stesso senso di marcia, curva a destra. La moto percorre la curva ad una certa velocità, stando in mezzo alla propria corsia di destra.

Arriva da dietro, ben più veloce, un’auto. Tagliare la curva, in particolare se si va veloci, è una tentazione fortissima, anzi, per molti è del tutto naturale; diamine, lo fanno anche i piloti sportivi.

Così affrontano la curva a cavallo delle righe bianche, come se la loro funzione fosse puramente ornamentale. Come se la loro corsia non fosse sufficientemente larga. Non considerano che potrebbe arrivare un colpo di vento: se arriva proprio mentre si sta facendo ‘il pelo’ alla moto potrebbe succedere il patatrac. E chi se ne importa. Peggio per lui, andare in moto è pericoloso, non lo sapeva?

Si comprano i macchinoni ma non sanno guidare.

Il telefono

Quando un automobilista esegue manovre inspiegabili, o rallenta senza motivo o sembra persino perdere il controllo del mezzo, la spiegazione è sempre quella: sta telefonando. Si potrebbe commentare che è il peggior comportamento, perché l’attenzione alla guida è tutto. Invece no. C’è anche chi manda messaggini mentre guida!!!

Viaggiare in mezzo

Carreggiata autostradale a tre corsie. E chi li schioda da lì, anche se vanno pianissimo? La corsia di destra è libera, in particolare nel week-end, ma pur di evitare il disonore e la vergogna di transitarvi, fanno finta di non vedere che qualcuno è costretto a cambiare due corsie per sorpassarli. Tanto lavoro, tanti soldi per costruire la terza corsia, e poi si viaggia a due.

Molti di loro sanno che non si dovrebbe, ma… “lo fanno tutti!”. Sicuramente ignorano che è una infrazione da ‘meno quattro’ punti patente. Se la stradale la smettesse di chiudere un occhio…

I piloti di formula uno

Autovelox e tutor dappertutto, ma sulle autostrade soltanto in pochi tratti. Quindi? Trenini di auto a 180 orari e più. A bizzeffe. E magari si viene multati per aver raggiunto la folle velocità di 57 chilometri orari in una strada come quella della foto iniziale di questa pagina.

Coda per curiosi

Nessun pericolo, o quasi, ma riesce a contrariarmi più del lecito. C’è un incidente, magari anche solo un fanalino rotto? Gli automobilisti che vi passano a fianco sentono il bisogno assoluto di rallentare, quasi fermarsi, per osservare bene il ‘disastro’. Magari hanno dovuto attendere a lungo prima di transitare per il collo di bottiglia causato dall’incidente, e non sono in grado di realizzare che tutta quell’attesa è dovuta in gran parte proprio a quella sciocca e inutile perdita di tempo.

E c’è ancora la quintessenza dell’imbecillità, il massimo della stupidità: lo si raggiunge quando la ‘coda per curiosi’ si forma in una carreggiata autostradale libera da incidente, che però è successo sulla carreggiata opposta. Ma come si fa’ a rallentare per vedere? Cos’è questa morbosità che provoca code e rallentamenti inutili, ancorché pericolosi?

Ma… prendiamola anche a ridere, perchè no?

Etologia automobilistica

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.